1° Contest “Homebrewers Gorizia & The Lure”

Il 28 Luglio si è concluso nel migliore dei modi il 1° Concorso di birre artigianali per homebrewers, organizzato dalla Associazione Homebrewers Gorizia, in collaborazione con il birrificio di Lorenzo Serroni “The Lure” a Fogliano Redipuglia.
Giornata calda ma sopportabile che con un cielo appena velato ha fatto da contrasto alla moltitudine di colori derivante dai numerosi partecipanti. Alcuni numeri tanto per capire di cosa di parla:

01 – 1° Contest Brassicolo Homebrewers Gorizia
03 – i vincitori del concorso, le medaglie e i diplomi preparati da noi
04 – i membri della giuria tecnica
05 – i membri del Consiglio Direttivo presenti e operativi
06 – i Soci Onorari e i km percorsi
07 – i membri della giuria popolare (di cui uno in arrivo da Pordenone)
09 – le ore di divertimento
10 – i concorrenti iscritti tra le province di Gorizia e Udine
19 – le birre in gara
25 – i litri assaggiati dalle giurie
35 – i litri di birra presentati al concorso
86 – i Soci di cui gli ultimi tre iscritti il giorno del contest
209 – i bicchieri lavati per le giurie
migliaia – le ore di lavoro per organizzare l’evento

A detta dei presenti il livello delle birre proposte era alto. Alcune tecniche sono da raffinare per colmare le lacune che hanno portato a commettere degli errori.
Prontamente evidenziati in modo costruttivo sulle schede di giudizio in possesso alle due giurie (una tecnica ed una popolare).

I primi tre classificati premiati dal padrone di casa Lorenzo Serroni sono stati:

1° Moreno Lanza con una Sour “Sexy flanders” che ha totalizzato 40,5 punti. Una red flanders brassata con i lieviti Orval per dare una componente brett. Fermentata in vetro e lasciata lavorare per un anno, è stata poi addizionata di ciliegie fresche locali per ingentilirla e aumentare la componente fruttata. È una birra complessa, con toni brett non molto spinti e un’acidità appena accennata.

2° Giulio Cervi e Riccardo Casarotto con “La Donnie Dankoe” che ha ricevuto 39,75 punti. Nasce come una delle loro ricette “studio” della serie single hop. Per studiarne la capacità amaricante e, con un uso massivo in dry hopping, anche le potenzialità in aroma è stato scelto il Simcoe che è uno dei preferiti di questa coppia di amici homebrewers. Il grist è molto semplice per lasciare spazio al luppolo, così come la scelta di un lievito americano neutro. La gradazione rispecchia lo stile e il corpo medio aiuta la beva.

3° Giovanni Messineo con “SURPRISE”, una Stout rivisitata che porta a casa 38,75 punti. Volutamente portata al dolce attraverso l’utilizzo di spezie quali la vaniglia, il cocco, le fave di cacao e del peperoncino. L’idea è nata con il desiderio di creare un bevanda “curiosa”, che riempisse il palato il cui aroma (di cioccololato), arrivasse al naso in maniera convinta. Ipnotizzando così l’ignaro bevitore che alla fine della bevuta avrebbe percepito al palato l’amaro dei malti, mitigato dal dolce derivante dal mix di spezie con la sorpresa finale (da cui il nome). Un crescente ma educato pizzicore  che avrebbe lasciato poco dopo, la bocca fresca e la curiosità per un successivo assaggio.

Il contest ha confermato lo spirito di amicizia che c’è tra i domozimurghi del FVG e gli appassionati.
La birra è una bevanda che unisce e con questo spirito di divertimento, Homebrewers Gorizia conta di aprirsi alla collaborazione con tutti quelli che vorranno.
Si sta già pensando ad un gemellaggio con i cugini Homebrewers FVG capitanati dal Walter Cainero e si guarda avanti al prossimo obiettivo… Una sede dove ritrovarsi.

Un doveroso ringraziamento da parte di tutto il Consiglio Direttivo va a Lorenzo Serroni, alla mitica giuria “POTERE AL POPOLO” che con la sua presenza ha reso la formula del concorso diversa e carina.

Grazie a tutti i partecipanti,  a chi ha lavorato dietro le quinte.

Al prossimo appuntamento.

Giovanni Messineo

"La birra è democratica"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *